Primavera a Gennaio

A Catania oggi splende il sole, dopo due giorni di tempo alterno. Siamo in negozio. Momi lava il pavimento con il suo pancione e dopo si lamenterà del dolore al fianco. Le ho detto mille volte che lo faccio io, ma non si fida. Dice che non sono bravo con le pulizie, e credo sia vero.Tendo alla superficialità. Concentro le energie al pensiero. Per questo a volte sembro sopito, ascolto i discorsi a metà, rimango nel vago. Rispondo di si senza sapere cosa mi è stato domandato. Certo, dovrò stare più attento, tra qualche mese, alle mie risposte, e ancora di più tra qualche anno. Sono sicuro che ad ora di pranzo ci saranno almeno 18 gradi, e siamo a gennaio. Mancano tre mesi circa al parto e siamo tranquilli. Qualcuno dice troppo tranquilli. La nascità di un figlio comporta responsabilità. Io penso a partire, Momi pensa a quale animale adottare. Io guardo le foto di raduni in moto al freddo e al gelo. Lei sfoglia le pagine dei volontari su facebook. Ci dicono: mettete i soldi da parte per vostro figlio, che non avete idea di cosa ci voglia. E io rispondo di si, sempre un pò assente. Percepisco il discorso al 10% delle mie potenzialità celebrali. Rispondo di si e penso: ma di cosa avrà mai bisogno mio figlio? Suo papà l’aspetta impaziente, la mamma lo sogna la notte. Di soldi? Di vestiti? Di un letto dove dormire? Sono romantico e ottimista. Il 2013 è cominciato e sarà un grande anno.

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...