Mese: settembre 2013

Bettesimo Low Cost

 

Immagine

E´arrivato il giorno del battesimo.

Sono stato latitante un po’ per i preparativi, un po’ per altre preoccupazioni. La situazione è precaria più che mai. Non parlo di quella sentimentale, non avrei sposato la donna che amo se avessi avuto dubbi, e non ci avrei fatto un figlio dopo nove mesi e otto giorni circa (ancora non ho ben capito quando ti abbiamo concepito! so solo che eravamo in Messico). Le discussioni non mancano, ma meglio di quelle coppie che “si amore tutto bene oggi” e poi ognuno a farsi i cazzi propri.

E´mattino, c’è quasi tutto pronto. Organizzare questa ricorrenza è stato più semplice del matrimonio. Avevamo le idee chiare, così abbiamo scelto l’ennesima chiesa piccolina, accogliente, semplicissima. La location è più cittadina, ma riservata.

Anche per la scelta degli invitati non abbiamo esitato granché. Parola d’ordine: escludere tutti gli escludibili. Così saremo 32 persone. I parenti stretti, di primo grado. E quegli amici che per lo più sono diventati, col passare degli anni, dei fratelli. Per tutti gli altri, sono spiacente, non c’è stato nulla da fare. 

Dovremmo andare dal parrucchiere ma il bebè dorme, così sorseggio un caffè uscito troppo annacquato, e scrivo questo resoconto dell’organizzazione del battesimo.

Dicevo, la situazione economica. Purtroppo non è delle migliori. A fine agosto sono arrivate le bollette Enel, Telecom, e per non farci mancare nulla, anche quella della spazzatura. Per un totale di quasi 500 euro. Non c’è da stupirsi che tutti i consumi siano fermi, che non si lavori.

Il budget di spesa è bassissimo. Così vi spiego in quattro mosse come organizzare un battesimo low cost.

1) Questione abiti: sfruttare al massimo gli sconti. Io ho comprato un vestito grigio scuro col 50%, è costato poco meno di 80 euro. La camicia l’ho riciclata tra quelle che avevo in armadio, idem per le scarpe. Mi sono fatto due conti: la mia cintura da sola è costata più di tutto quello che indosserò. E´quella del matrimonio. Nera, in pelle, e fibbia in acciaio. Momi invece ha comprato il suo abito su internet, Denny Rose, celeste, sempre con il 50%: 60 euro. Il copri spalle è stato acquistato in un negozio di roba economica. Bianco. 6 euro. I trucchi sono stati pagati con dei buoni regalati qualche mese fa alla suocera. Per l’acconciatura ci siamo fatti raccomandare, 20 euro anziché 35. Le scarpe riciclate anche quelle, dal matrimonio. Il nostro bimbo invece è stato il più fortunato. La bisnonna ha fatto smacchiare il vestitino del battesimo di mio padre. Quelle stoffe hanno quasi sessant’anni. E´una meraviglia. Sotto indosserà un completino Original Marines, azzurro e bianco, comprato con gli sconti per un totale di 40 euro. Scarpette 20 euro. In totale famiglia fanno: 226 euro.

2) Questione bomboniere: andate dal vostro rivenditore di fiducia. Fatevi dare un catalogo di bomboniere di marca. Apritelo ma fermatevi alle prime pagine. Non guardate nemmeno le ultime. Di solito le bomboniere più belle sono lì, il problema è che costano il doppio di quelle nelle prime pagine. Noi, diciamo, ci siamo fermati a metà: 10 euro cadauna più due euro a sacchettino. Sono andati via 300 euro. 

3) Questione ristorante: avevamo deciso di sfruttare la casa a mare per risparmiare, ma la verità è che sono più i casini che il denaro non speso. Quindi ci siamo rivolti ad un amico. Ci ha messo a disposizione un’area del suo locale, in giardino. E´un bel posto, sarà una bella serata. E la freschezza del cibo è garantita. Antipasti a volontà, primo, secondo, torta. 25 euro a persona. Sono 800 euro. 

4) Questione fotografo: uno di quegli amici di cui parlavo prima, un fratello, ama far foto. Ci regalerà le foto e l’album. Altro che mastercard, questo (!) non ha prezzo.

Rimane irrisolta la questione “offerta” in chiesa. Ho già raschiato il fondo del conto in banca, ma non credo basti dire che Gesù era comunista, odiava le strutture pacchiane, e professava la libertà. Così ascolto il cd dei One Republic, di cui all’inizio del post l’immagine di copertina, e svuoto il cervello. Infondo in soldi non sono tutto. Sono sicuro sarà una grandissima serata. Mio figlio merita questo, quello, e tutto il mondo.

Annunci