Sentimentalismi a gogò

image

Discussione di stamattina tra la nonna e la mamma:

-Sai ieri non sono riuscita a guardare Silent Hill da sola. Era tardi ma non così tardi e mi sono impressionata. Ho provato con le luci accese ma nulla. Alla fine ho spento la tv.

-Io non riesco a guardare un film dell’orrore da quando sono incinta. L’ultimo è stato un pezzo di Rec3. Sono arrivata al punto in cui un prete è circondato dagli zombi, e negli specchi intorno si riflette l’immagine del demone del primo film. Quella ragazza magrissima posseduta da un vermone assatanato. Il papi era tutto eccitato ma io non ce l’ho fatta.

Devo ammetterlo. Questo cambiamento non è avvenuto solo nelle due donne più importanti della mia vita. Avverto qualcosa anch’io. Basti pensare alla tenerezza che mi ispirano adesso le donne incinte. Prima non riuscivo a guardarle, con quei pancioni all’infuori, così arroganti! Ora sorrido quando le incrocio per strada. Loro penseranno che è una smorfia di circostanza, invece no. Tenerezza liquida. Sarà che so cosa provano, cosa devono sopportare, la meraviglia che nascondono lì dentro. Ma non è questo che mi fa scattare la sensazione della lacrimuccia. Bensì cose molto più banali. Cose da reality show, per intenderci. Mi basta vedere un padre che canta e il suo bambino fremere dall’agitazione dietro le quinte. O un ragazzino incoraggiare la madre ad una gara culinaria, e sono entrambi enormi, ciccionissimi, così uguali da far stare male. Lo so che è pura finzione mediatica. Riesco però ad avvertire l’emozione. Ok, bravi gli autori, gli scenografi, i direttori artistici. Da quando sei nato le cose sono cambiate. Prima non me ne fregava nulla. Guardavo ma era un’occhiata superficiale, in cerca di altre cose. Come per i libri. Oggi li leggo con un’intensità diversa. Immagino quei legami, avverto la carica di sentimentalismo. È come se avessi all’improvviso, dal niente, acceso nel mio cervello un interruttore che non sapevo esistesse. No, no. Non è da me. Ok.

Sei stato tu, vero?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...